Lunedì, Novembre 12, 2018
   
Text Size

Cyber-sicurezza: Pansa, crescono attacchi, c'e' penuria esperti

29 giugno 2018. Gli attacchi cyber in Italia sono "in continua crescita", anche se "non in qualita' ma solo come quantita'". E la difesa della sicurezza cibernetica "e' un elemento fondamentale per la salvaguardia del Paese nella sua integrita'".

Lo ha detto il direttore del Dis, Alessandro Pansa, intervenuto ieri all'Universita' La Sapienza, dove si e' svolta la premiazione dei giovani hacker che hanno partecipato alla cyberchallenge.it, competizione riservata a studenti di scuolesuperiori ed universita'. "Dobbiamo - ha spiegato il prefetto - far crescere la cultura della sicurezza, la consapevolezza dei rischi e quindi la sicurezza stessa.L'investimento piu' grande lo stiamo facendo nei giovani. Il Paese - ha sottolineato rivolto ai giovani del cyberchallenge - ha bisogno dei vostri talenti per crescere e svilupparsi".

Oggi, ha proseguito Pansa, "i piu' grandi detentori di dati non sono piu' gli Stati, ma aziende private, che si muovono perseguendo i propri interessi, che sono completamente diversi da quelli degli Stati e cio' crea conflitti non da poco". Il direttore del Dis ha anche segnalato la possibilita' "di influenzare le elezioni, probabilmente non e' ancora avvenuto, tutti si difendono, ma il rischio c'e' e dobbiamo affrontarlo con le competenze adeguate e con una sinergia tra pubblico, privato e mondo della ricerca e dell'universita'".

Da parte sua, il vicedirettore del Dis con delega alla cyber-sicurezza, Roberto Baldoni, ha rilevato l'importanza delladirettiva Nis (Network and information security), entrata da pochi giorni in vigore, che introduce "l'obbligo di notifica per le organizzazioni pubbliche o private nei settori strategici come energia, trasporti, bancario, mercati finanziari, infrastrutture digitali, sanitario, acqua potabile di segnalare gli attacchi subiti. Su questo finora c'e' stata una certa ritrosia". Adesso, ha aggiunto, "per chi non segnala gli 'incidenti rilevanti' e non mantiene i propri sistemi di difesa allo stato dell'arte, scatteranno sanzioni".

Visitatori Online

Abbiamo 177 visitatori e nessun utente online