Martedì, Luglio 17, 2018
   
Text Size

Sottosegretario Tofalo, diffusione prepotente della cultura di Difesa

27 giugno 2018. L'Italia vuole stare nella "prima fascia" nel settore della Difesa e tra qualche anno potremmo dire la nostra ed affermarci tra i grandi paesi ai "tavoli" europei e della Nato.

Lo ha detto il sottosegretario alla Difesa, Angelo Tofalo, intervenendo ieri al Workshop Iniziative europee per la Difesa: una opportunita' per il sistema Paese, organizzato dall'Assemblea generale della Federazione aziende italiane per l'aerospazio, la Difesa e la sicurezza (Aiad) all'Auditorium Palazzo Guidoni di Roma.

"Ci troviamo in situazione particolare con delle condizioni particolari, credo che ci siano occasioni uniche o rare per affermarci ad altri tavoli fuori dai nostri confini: ci sono situazioni politiche per essere forti in ambito Ue e Nato", ha affermato Tofalo sottolineando la necessita' di "armonizzare" il dibattito pubblico interno su temi quali Difesa, sicurezza e cooperazione a livello industriale per fare veramente "sistema Paese".

"Se uomini e donne tra civili e militari riusciranno ad armonizzarsi, saremo in grado di parlare con una voce forte ai tavoli, abbiamo le carte in regola per affermarci tra i paesi piu' grandi e contrastare i nostri principali competitor: come Francia e Germania", ha aggiunto Tofalo.

Il sottosegretario ha poi ricordato la delega, da lui personalmente richiesta al ministro della Difesa Elisabetta Trenta, per la diffusione della cultura della sicurezza e della Difesa, in funzione di una "prepotente" attivita' di informazione attorno ai progetti ed alle scelte strategiche compiute nell'ambito della Difesa. "Se non facciamo aprire ai nostri ragazzi le scelte che vengono prese, anche particolari, come ad esempio perche' magari una nave cinese controlla i nostri porti (...); questi aspetti vanno spiegati ai giovani grazie a una diffusione prepotente della cultura di Difesa", ha spiegato il sottosegretario che ha rimarcato come l'aspetto della diffusione vada ad accompagnarsi con il "Sistema Paese" e le piccole e medie imprese per poter sviluppare e consolidare il settore della Difesa.

"Quest'ultimo si crea insieme, da parte nostra c'e' tutta disponibilita' di fare bene. Abbiamo delle giovanissime start up che sono dei fiori occhiello per la nostra produzione tecnologia, se riusciremo ad esportare nostri prodotti e Start up non faremo che aiutare il nostro paese", ha affermato Tofalo che ha indicato come questi elementi possano permettere all'Italia di avere "un'unica voce" ai tavoli europei.

Visitatori Online

Abbiamo 136 visitatori e nessun utente online